SPEDIZIONI GRATIS PER ORDINI SUPERIORI A 50€

Streetwear Zone 167: come nasce una collezione di t-shirt

Streetwear è una parola che ci piace molto. Abbigliamento streetwear, per noi, vuol dire vestire semplice, naturale e in modo unico. Per spiegare meglio, oggi vogliamo raccontarti come nasce una collezione di t-shirt in canapa: partiamo dalla prima, la linea Basics.
Ne siamo orgogliosi, perché sulle magliette è presente il logo di Zone 167.

Come nasce un logo streetwear per vestiti biologici?

Antonio Russo, artista e anima creativa di Zone 167, racconta:

“Per studiare la grafica del logo, ho camminato per le strade del mio paese, Lanciano, e nella mia periferia, il quartiere Tre Torri.
Pensavo: che cos’è una periferia?
Mi sono venute in mente le immagini del labirinto, ma anche la figura della spirale.
Riesci a vedere la spirale nel logo?

Ho trasformato le linee curve della spirale in linee rette, ma il messaggio è lo stesso: mi ricorda anche il “gomitolo di strade” di una città, di cui parla Giuseppe Ungaretti.

La spirale avvolge, circonda. Il luogo in cui siamo nati e cresciuti condiziona parte della nostra vita e le periferie, da sempre, hanno una cattiva fama: sono quel bagaglio pesante che non riesci a toglierti di dosso.

Io e mio fratello abbiamo un’opinione diversa: rispetto alla nostra galassia, siamo tutti in periferia.

Un’altra immagine che ho

sviluppato, quindi, è quella del limite.

Che cosa è centro e che cosa è periferia?
Che succede se finalmente comprendiamo che il nostro punto di vista è relativo?
Per questo, all’apice del labirinto ho sentito l’esigenza di aggiungere un cerchio. Quel punto rotondo è diverso da quello che l’occhio si aspetta di vedere: è una sorpresa, o forse è un punto di approdo.

A questo punto voglio mostrarti un altro elemento importante del logo: il numero 167.
Il 6 è il centro del labirinto, il numero 1 è la parte esterna sinistra, il 7, in soluzione di continuità, è la “strada” di destra.
La t-shirt streetwear con il logo, nella versione grande è questa:

oppure questa, più semplice con il logo piccolo:

Dall’idea del logo, con mio fratello abbiamo immaginato altre varianti.
Mancava un’immagine della pianta di canapa: la coltivazione ecologica, sostenibile, alternativa che ci permette di offrire una linea di abbigliamento unica.
Nei due modelli T-shirt logo hemp green e T-shirt logo hemp bianca, ho aggiunto la foglia di canapa nelle strade del labirinto. Questa è forse la versione della maglietta streetwear più radical della collezione.

Ho realizzato anche una variante del logo, nella T-shirt logo restyling.

La riflessione grafica sul logo non era finita: l’idea del labirinto mi ha ricordato un gioco elettronico degli anni Ottanta, Pac-Man. Il dedalo di strade era diventato un’icona dei videogiochi e la t-shirt è per “intenditori”, conclude Antonio.

Lo studio creativo di Zone 167 sarebbe continuato, poi, con le immagini vere e proprie delle periferie. È la collezione Quarters: ne parleremo nel prossimo post.