SPEDIZIONI GRATUITE PER TUTTI GLI ORDINI

Streetwear e musica: le nostre passioni

Streetwear ha da sempre fatto rima con musica. Musica hip hop, rap, musica afroamericana: le origini dell’abbigliamento da strada si fondono con i generi amati dai giovani, sin dagli anni Settanta e Ottanta.
Ti sembra strano ricordare in questo blog una storia iniziata più di venti anni fa? Eppure è così: l’abbigliamento streetwear fa tendenza da decenni e la musica è ancora una sua alleata.
A te, quale musica piace?

Streetwear: con la musica che si ballava in strada

Ci piace ricordare i ragazzi che ballavano breakdance per le strade negli Stati Uniti, già negli anni Settanta.
Vestivano in modo sportivo e informale: t-shirt, sneakers, jeans, berretti di lana o cappellini con visiera. Ancora oggi, l’abbigliamento di chi ama la breakdance ha alcune caratteristiche distintive: le scarpe comode, per poter fare salti e volteggi; tra i pantaloni, si diffondono misure ampie e morbide. Non mancano mai le felpe e la t-shirt, la maglietta a maniche corte.
Vestire streetwear è diventano simbolo di libertà di movimento, stile urbano, voglia di essere e vivere al di là dei luoghi comuni. Noi di Zone 167 ci sentiamo tuttora così.

Streetwear: rap, prima di tutto

Il musicista rap di origine afroamericana non vestiva abbigliamento streetwear per caso. La sua era una scelta. Come molte persone di colore, dei quartieri periferici di città come New York, vestirsi era un modo di essere e di comunicare.
Per molti di noi, oggi, vestire streetwear e ascoltare musica rap sono più di una abitudine. A noi piace la musica che parla di realtà vere. Ci piace chi parla in modo diretto, senza formalismi che tradiscono, spesso, la volontà di non fare nulla. Ci piace chi non fa giri di parole, al prezzo di risultare scomodo. I nostri amici che vestono streetwear hanno iniziato con la musica hip hop della golden age. Alcuni amano oggi pezzi di gangsta rap e di trap, in lingua inglese, ma non solo.

Ascoltare musica rap in Italia

Hai sentito dire che la musica hip hop è morta? Non sappiamo, noi continuiamo ad ascoltare la musica rap, nelle sue forme migliori presente anche in Italia. Ascoltiamo Brian Fno, Fabri Fibra e ritroviamo nei loro testi le nostre esperienze. Amiamo chi ha iniziato a far musica partendo dal Djing, chi fa freestyle e soprattutto chi testimonia la vita di tutti i giorni della nostra generazione. Avete notato? I rapper italiani vestono tuttora abbigliamento freestyle. I rapper sono i nostri modelli e a loro ci ispiriamo per disegnare le nostre t-shirt.

Che cosa vuol dire freshness

Nello stile hip hop, freshness è qualcosa di più autentico di una “tendenza”. Vestire fresh è mettersi qualcosa di nuovo, qualcosa che non si è visto finora. Essere “fresh dressed” vuol dire indossare un capo da pochissimo uscito sul mercato. A noi piace pensare alla freshness come a un gusto originale per l’abbigliamento.
Per questo motivo ci chiediamo: vestire “fresh” porterà a definire, oggi, uno stile ancora libero da condizionamenti? Indossare abbigliamento ecologico in canapa farà parte di una tendenza esclusiva, che porta in dote un valore importante come, ad esempio, la moda etica?
A voi la risposta.

Share this post