SPEDIZIONI GRATUITE PER TUTTI GLI ORDINI

T-shirt corviale: il Serpentone si mangia la coda

Il modello t-shirt corviale è quasi un’icona per Zone 167.
Abbiamo un legame particolare con la collezione Quarters, alias quartieri, delle magliette in canapa: la t-shirt con il Serpentone di Roma Sud è il nostro pezzo forte.
Er Serpentone, come lo chiamano i romani, è forse tra le periferie più note in Italia. Per noi, è un po’ il simbolo dei nostri valori: il luogo della caduta è quello della rinascita, quello che sta ai margini diventerà di tendenza. Anche oggi, per approfondire la grafica dell’abbigliamento in canapa Zone 167 abbiamo chiamato Antonio Russo, artista e designer delle collezioni.

Antonio, perché hai disegnato la t-shirt corviale?

Ho studiato e vissuto a Roma per molto tempo. Ho scoperto così il quartiere nuovo Corviale, forse l’esempio tra i più chiacchierati di edilizia popolare. Corviale è un concentrato di tensioni opposte: c’è degrado, ma c’è anche voglia di positivo. La sua architettura mi ha affascinato e mi ha fatto pensare il nomignolo che gli abitanti di Corviale hanno assegnato agli edifici: il serpentone, un’immagine molto potente.

C’è, infatti, un serpente sulla maglietta Zone 167. Perché?

I romani chiamano il Corviale il serpentone perché è un edificio lunghissimo, 960 metri, quasi un chilometro. Per un artista come me, l’immagine del serpente richiama alla memoria una vasta letteratura. A me ricordava soprattutto l’uroboro: è un serpente che si mangia la coda, un’allegoria dalle tante interpretazioni.


Nel disegnare la maglietta, ho immaginato un serpente che ingoiava i palazzi del Corviale e, smarrito, si cercava la coda. L’animale è tanto vorace che finisce con il divorare sé stesso.

È  un’immagine molto forte. Che cosa significa per te?

Ci sono tanti messaggi possibili. Il serpente è il negativo che mangia tutto quello che trova per sfamarsi ma, alla fine, si autodistrugge. Succede, spesso, ai luoghi molto caratterizzati come il Corviale: avvolgono, circondano, condizionano le scelte di vita di chi ci abita.

Il Serpentone di Roma sa essere molto feroce. Com’è il serpente sulla maglietta Zone 167?

Il mio serpente è un simbolo della ciclicità della vita. Attenzione, puoi vedere l’allegoria anche a rovescio, perché tutto è destinato a tornare. Mi piace pensare che il degrado nelle periferie non è mai da solo, perché c’è sempre dell’altro. Ci sono forze di resistenza, persone e situazioni che cambiano. Molte testimonianze ci confermano che è così.

Antonio, a chi pensavi quando hai disegnato la t-shirt corviale?

Ho pensato a giovani, ragazzi e ragazze, perché si tratta di abbigliamento streetwear, magliette sportive. Ho pensato alle persone che amano i vestiti biologici e t-shirt in canapa, ho pensato ai miei amici di Lanciano e a quelli di Roma.
Chi compra magliette in fibre naturali trova facilmente modelli in tinta unita, t-shirt firmate o con immagini commerciali. La t-shirt corviale, invece, è unica, ha un disegno che non si trova da nessuna parte. La dedico a chi cerca di vedere le cose da un punto di vista diverso.

Share this post
  ,